Breathless

Non è vero che con l’avvento della fotogafia digitale ho smesso di stampare le foto … avevo già smesso quando passai alle diapositive !
Più o meno.
La scelta allora fu per evidenti questioni di costi. E per il mio braccino notoriamente corto. Anche se poi dalle diapo qualcosa ancora si stampava.
Ma con l’arrivo della prima reflex digitale davvero ho riempito harddisk e ho smesso di stampare.

Ho ricompreso il piacere della stampa con la prima mostra fotografica “Duplice Visione“.
Vedere le proprie fotografie stampate e in formato “grande” da un senso diverso a tutte le ore spese alla caccia dello scatto perfetto.

Dopo l’inagurazione della nuova mostra “Non c’è limite al paesaggio” ho pensato che sarebbe stato un bel ricordo stampare una sorta di catalogo.
L’occasione me l’ha data SaalDigital con la possibilità di testare i loro fotolibri a fronte di una recensione imparziale del servizio offerto.

Comincio dalla fine: è stata una grande emozione sfogliare il libro appena estratto dal pacco consegnatomi dal corriere.
Davvero non c’è paragone fra guardare le foto a schermo e “toccarle” con mano in un fotolibro come quello così ottenuto.

Essendo la prima volta che realizzo un progetto del genere, all’inizio avevo poche certezze e diversi dubbi.
Copertina rigida lucida, pagine interne opache. In base al formato delle foto della mia mostra ho scelto senza dubbi il fotolibro in A4 verticale. Perfetto per le orizzontali a doppia pagina e per quelle verticali su pagina singola.
E poi i dubbi
Impagino con Photoshop o sfrutto il loro software ?
Per curiosità ho scaricato il software dal loro sito ed ho incominciato a studiarlo: Semplice ma efficace. Immagino anche che sia ben predisposto per il loro servizio. Ok Procediamo.

Il layout. Ovviamente sono disponibili diversi preset.
Che si prestano bene se vuoi stamparti il fotolibro di un evento o delle vacanze.
Dove il formato delle foto è vario e non così “studiato” come quello della mia mostra fotografica.
Ma “less is more”.
E quindi modello vuoto. Pagina bianca.
Conosco bene la struttura e la sequenza delle mie foto. Non posso sbagliare.

Due orizzontali e quattro verticali in sequenza. Le ho pensate così per la mostra. Il libro non può che essere coerente con questa scelta.
Sacrifico qualche millimetro ai bordi perchè desidero che le foto arrivino bene fino al taglio.
Didascalie semplici. Font base. Nero su bianco e bianco su nero.
Una ventina di minuti al massimo e la “composizione” è pronta.

Mi appresto a fare l’ordine e scopro che SaalDigital desidera che testo il loro servizio per bene: la mia partita IVA risulta errata e il software non mi permette di completare l’ordine.
Allora sfrutto il loro servizio clienti e scrivo per chiedere spiegazioni.
Avendolo fatto di domenica non potevo aspettarmi che mi rispondessero subito.
Ma il giorno dopo ho ricevuto la risposta. A cui potevo arrivare anche da solo visto che loro sono in Germania e io non ho la partita iva per operare in tutta Europa.
Ok procedo senza fattura ma solo con ricevuta.
Ordine inviato lunedì 24 aprile, pacco ricevuto giovedì 27. Come da previsioni.

Confezione ottima. Cartone, bustina soffice, busta di nylon sigillata e … il fotolibro pronto.
La sensazione di solidità e concretezza sfogliandolo è notevole.
Alla luce artificiale la qualità della stampa è buona. Pochi riflessi sulla copertina lucida. Sull’interno opaco qualche lucentezza in più dovuta al faretto alogeno sotto il quale sono posizionato.
Esco all’aperto e alla luce naturale la situazione migliora notevolmente.
La sensazione è davvero piacevole.

Sono soddisfatto della scelta di posizionare le foto verticali lateralemente con le didascalie all’interno.
Ma la sorpresa sono quelle orizzontali su due pagine. La piega si vede, ovviamente, ma molto meno di quanto mi aspettassi.
La sensazione è comunque molto piacevole. E le foto restituiscono esattamente le sensazioni che volevo vedere stampate.

Il giudizio finale non può che essere molto positivo:

  • software per il montaggio del libro semplice ma molto efficace. c’è tutto quello che serve. E può essere usato da chiunque. Anche da chi non ha dimestichezza con l’impaginazione di un libro.
  • Tempi di consegna rispettati. Pacco adeguato ai corrieri.
  • Materiali di qualità. Stampa fotografica di ottimo livello. Anche per le foto di cui non dispongo di un file ad alta risoluzione.

Il fotolibro è una valida alternativa al classico album fotografico.
Chiaramente costa qualcosina in più, ma per conservare i ricordi più importanti vale davvero la pena.

Per me è “Breathless” proprio come la foto che chiude la mia mostra e il mio preziosissimo fotolibro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *